stock.adobe.com
in

Ogni quanto lavare i capelli: il dilemma di tutte le donne

I segreti su come sfoggiare chiome pulite e lucenti allo stesso tempo.

Lavare i capelli con frequenza è molto importante. Non si tratta solo di mantenere i capelli sempre puliti, ma anche di distanziare il lavaggio dei capelli il più possibile. Lo shampoo permette di avere i capelli sani e lucidi. Lavare i capelli è ormai diventato un vero e proprio dilemma per le donne. Ci sono sempre più domande su come mantenere i capelli puliti a lungo. In effetti, il fatto è che la frequenza del tuo shampoo dipende innanzitutto dal tipo di capelli. Tuttavia, ci sono alcune regole generali da tenere a mente. Il primo e più importante punto: non è mai consigliabile lavare i capelli tutti i giorni. Infatti, togliere gli oli naturali dalla propria chioma può danneggiare i capelli, e renderli secchi e sfibrati.

Inoltre, molti fattori diversi possono influenzare la pulizia della chioma. Lo stress, l’alimentazione, gli ormoni e le condizioni meteorologiche possono influenzare la frequenza dello shampoo. Perché soddisfare le esigenze dei capelli è l’unica vera regola per lavare i capelli.

Capelli grassi: ogni quanto il lavaggio?

Il problema principale legato ai capelli grassi e alla frequenza dello shampoo è il cuoio capelluto. La tentazione più forte, infatti, è ovviamente quella di scegliere la detersione quotidiana per eliminare l’untuosità e l’eccesso di sebo. Tuttavia, d’altra parte, la stimolazione continua delle ghiandole sebacee può essere dannosa. Pertanto, l’approccio ideale è lavare i capelli grassi a giorni alterni per evitare di rimuovere tutto l’olio dal cuoio capelluto. Oltre a lavare ancora una volta i capelli grassi, la chiave per rendere i capelli lucenti è scegliere ingredienti molto delicati che abbiano l’effetto di regolare il sebo. Per questo la cura quotidiana dei capelli grassi deve essere assolutamente ridotta.

Capelli tinti: quando lavarli?

Prima di tutto, quanto spesso lavi i capelli tinti per mantenere il colore senza rinunciare alla morbidezza? Dipende dalla formula. Infatti, per il caso di capelli colorati e lunghi, il problema principale sarà annodamento e secchezza, soprattutto sulla testa. Per mantenere il pigmento luminoso e in crescita, infatti, è necessario uno shampoo speciale. Usalo fino a due volte a settimana per evitare di schiarire e seccare i capelli. Per lo stesso motivo, è meglio combinare shampoo solidi idratanti con balsami nutrienti e colorati.

Capelli ricci: come si mantengono puliti a lungo?

Forse il più grande vantaggio dei capelli ricci è che possono mantenere i capelli puliti più a lungo. Il vantaggio sta nel volume delle radici, lontano dal cuoio capelluto, il sebo non sarà appesantito. D’altra parte, anche dopo il trattamento alla cheratina dei capelli, lavare i ricci è un’operazione molto delicata. La detersione dei capelli ricci può avvenire anche solo una volta a settimana.

Capelli lisci: come combattere la fragilità?

La parola d’ordine su quanto spesso lavare i capelli delicati e fragili è delicatezza. In effetti, i capelli sottili devono essere rinforzati e rimpolpati, ma i prodotti leggeri non possono appesantire le radici. Ecco perché questo è l’unico capello che consente lavaggi frequenti, anche tre volte a settimana. In questo modo, infatti, il lavaggio sarà senza stress. Pertanto, la giusta combinazione per rafforzare i capelli fini è una combinazione tra uno shampoo volumizzante e una maschera rinforzante. In ogni caso, per capelli fragili e sottili, l’approccio ideale è non abusare del prodotto, perché l’accumulo renderà i capelli più delicati. Oppure esagerare e rinunciare al volume.